.
Annunci online

  pensierointero Uno sguardo profondo
 
PoesiaMaestro!
 



8 novembre 2006



Mi illude, la conoscenza,
del sapore già sentito mille volte,
del vedere i confini, gli inizi e le fini,
ma sono debole e mi sembra di accettarlo,
di volerlo con l'intensità con cui non lo volevo.
Istanti ripetuti che accavallano immagini bianche,
e forse la risposta è tutta quì...




permalink | inviato da il 8/11/2006 alle 12:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


24 ottobre 2006



E' quest'idea nel cuore della notte,
d'un filo tagliato tra me e il mondo,
che mi lascia, in silenzio, pensare
al cuore infranto di tutta la gente.




permalink | inviato da il 24/10/2006 alle 19:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 ottobre 2006



   Vortico su me stesso,
   mai solo fino ad adesso,
   duplicato dalla nascita alla morte
   e annullato nel senso contrario,
   riprodotto in un istante
   e lentamente dimenticato.




permalink | inviato da il 18/10/2006 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


11 luglio 2006

Libertà e silenzio

Siamo ancora vivi in queste domeniche estive,

all’ombra dell’accidia che ci sovrasta, domina,

riusciamo in un riscatto,con la rabbia o la gioia,

con il quale ci vincoliamo ai sentimenti e alle emozioni,

con il quale ci liberiamo da una mente opprimente.

Siamo liberi dai pensieri e dagli schemi

e pronunciamo le parole immacolate con il corpo,

con gli occhi, le espressioni e i movimenti,

risorgiamo dal mondo dei vicoli ciechi.

Lo facciamo senza aprir le labbra,

serrate col vuoto interno, ricco d’eterno,

che ci solleva da competenze e timori,

che ci libera dall’espressione della nostra stessa natura.




permalink | inviato da il 11/7/2006 alle 10:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


8 luglio 2006

Alberi

Alberi,


l’ho sempre pensati,

l’ho sempre visti un tutt’uno con il cielo,

con le nuvole, ma era una cosa facile e scontata.

Gli alberi, ora, li vedo nelle luci,


proprio in quelle, quelle che puoi vedere anche te,

in qualsiasi punto del mondo tu ti trovi,

perché non importa.

Alberi,

luci,

cielo,

il mio e il tuo punto di vista,

ora una cosa sola.




permalink | inviato da il 8/7/2006 alle 16:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 giugno 2006

Parole sommerse

Al pensiero del sole, alto e incolore, s'accosta il mare
fatto di sale, di suoni e di onde rosse
che coprono e dominano con gioia e ira
l'acqua e la spuma ferme sulla riva.
Nel blu profondo, sotto ogni cosa, stanno ferme,
gelate dal freddo le parole sommerse,
senza il ricordo di labbra, nè denti,
esiliate dal mondo e dalle menti.
Le parole che sfuggono le parole
son come nuvole nel cielo
senz'aria nè cuore.
Le parole che dimenticano il loro suono
son come l'uomo che vive senza esser uomo.





permalink | inviato da il 26/6/2006 alle 11:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


21 dicembre 2005

Una poesia per l'inverno.

Fiori in inverno appassiscono e muoiono
e restano nel ghiaccio come impronte da seguire
come segnali per strade sommerse e silenziose
azzittite da un vento gelido e privo di parole.




permalink | inviato da il 21/12/2005 alle 9:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


19 dicembre 2005

Nelle orecchie ancora lo sgretolarsi dei mattoni

Nelle orecchie ancora lo sgretolarsi dei mattoni,

come ossa fradice di porcellana, senza storia alcuna,

che chiedono asilo,ipocrite, nella tomba d’un vecchio

mentre in aria già s’alza il fetore, lampo del tempo.

E tra le gocce di pioggia che penetrano la fanghiglia

si distinguono lacrime salire verso il cielo

intrecciandosi in una corona d’acqua sottile

che allo schioccar delle dita già porta l’inverno.

 




permalink | inviato da il 19/12/2005 alle 9:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


7 dicembre 2005

UOMINI

Meccanismi imponenti di complessità
inconsapevoli delle innate qualità
involucri leggeri e trasparenti,
teatri arditi ambivalenti
tra supponenza e creatività
che sfornan paradossi di assurdità.




permalink | inviato da il 7/12/2005 alle 15:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 dicembre 2005

Frammenti di mente

Si copre il colore vermiglio del sole
nascosto dal cielo che sovrasta le ore
e in frammenti nell'acqua si riflette il pensiero
del morire e del nascere che sprofonda nel cielo




permalink | inviato da il 5/12/2005 alle 18:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre       
 

 rubriche

Diario
Pensieri&Letture
Pensieri&Film
PoesiaMaestro!
PiccoleStorie
RicetteMusicali
RaccontiDiPensieri

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Nefeli
Serafico
Alcestis
Galileo
kiki
babel
unonessunecentomila
alphaville
biz
mango
manginobrioches
Ethos
Pasquino
medicisenzadentiere
Fulmini

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom